Storia dell'azienda

Storia dell'azienda

Da uno scantinato alle vette del successo

La nostra storia, cominciata negli anni Ottanta in una cucina di Friburgo con un sacco di semi di soia e un piccolo gruppo di entusiasti, ha coinvolto e convinto strada facendo sempre più persone. La nostra evoluzione e crescita ci ha insegnato una cosa molto importante: la passione, la cura e l'energia che investiamo nel nostro tofu vengono ripagate ampiamente dal successo che otteniamo. E il "tifone" Taifun continua ad avanzare...

Quattro chili di tofu da vendere al mercato
Nel 1985 Klaus Kempff fonda la società Life Food, destinata in origine ad allevare germogli e semi germinati. L'idea di produrre tofu nasce dopo un viaggio negli Stati Uniti. All'inizio, prepara il suo tofu in uno scantinato in affitto, a mano e con strumenti di lavoro molto semplici. La produzione è di soli quattro chili alla settimana, che la sorella e alcuni amici di Kempff vendono al mercato di Friburgo, proprio accanto al celebre Duomo.

Un anno dopo Kempff incontra Wolfgang Heck, che è subito contagiato dal suo entusiasmo. Insieme a un piccolo gruppo di amanti del tofu, i due iniziano a fare esperimenti per ottimizzare il metodo di produzione ed ampliano i propri impianti.

All'inizio del 1987 viene presa la decisione di aprire uno stand nella nuova Markthalle, il mercato coperto di Friburgo dedicato ai prodotti gastronomici. Wolfgang Heck fonda la società Taifun e diventa responsabile dello stand nella Markthalle e del servizio di catering vegetariano. La società madre Life Food rifornisce Taifun ogni giorno di tofu fresco per la preparazione delle varie specialità. A poco a poco, all'assortimento si aggiungono anche i primi tipi di tofu confezionato sottovuoto. Questo consente a Taifun di spedire i propri prodotti anche a distanze maggiori e di affermarsi tra i rivenditori di alimenti naturali – ricordiamo infatti che il tofu Taifun è "bio" da sempre. La produzione raggiunge così i 500 chili alla settimana e viene trasferita in un nuovo stabilimento nella zona industriale a nord di Friburgo.

Verso una produzione professionale
Nel1990 Life Food e Taifun vengono fuse a formare una sola società a responsabilità limitata, che inizia ad acquisire tratti sempre più professionali. La marca "Taifun" diventa la forza trainante. I nostri prodotti si affermano sul mercato con la forza di un vero tifone, imponendo all'azienda numerose ristrutturazioni e nuove assunzioni, nonché la ricerca di una sede più grande.

Nel 1995, finalmente, Taifun trova una sede ideale nella zona industriale di Hochdorf, alla periferia di Friburgo. Per ottimizzare ulteriormente la produttività, viene costruita una "torre tecnica" per il rifornimento energetico. Con grande gioia, inoltre, possiamo offrire per la prima volta un apprendistato nel settore commerciale.

Nel 1997 Heck lancia il progetto di coltivazione di soia bio a livello locale con agricoltori della regione. Diventiamo così la prima impresa di Friburgo certificata con ecoaudit. La Life Food GmbH diventa la n° 1 tra le marche tedesche di tofu bio ed inizia ad esportare anche in altri paesi europei. Alla fine del 1999 l'azienda conta oltre 35 collaboratori e la produzione settimanale di tofu ha già raggiunto le 12 tonnellate.



Primi raccolti record nella regione
La crisi della "mucca pazza", seguita da altri scandali nel settore alimentare, e il crescente interesse per un'alimentazione consapevole fanno crescere nettamente la domanda di prodotti bio. Taifun amplia il proprio assortimento e raggiunge la quota di 300 ettari coltivati a soia biologica nell'alta valle del Reno, realizzando così la sua promessa di "trasparenza dalla coltivazione al prodotto finito". Nel 2005 la produzione regionale di soia raggiunge un nuovo record, con un raccolto di 600 tonnellate. il rimanente fabbisogno viene coperto da un progetto equo e solidale con aziende agricole brasiliane certificate da Demeter.

I nostri prodotti e servizi vengono premiati a più riprese, ad es. con il premio per l'innovazione nella lavorazione dei prodotti bio nella categoria piccole e medie imprese. L'introduzione di un sistema di gestione ecologica a norma ISO 14000 accentua ulteriormente l'orientamento alla qualità dell'azienda, che intanto continua a crescere: nel 2005 la Life Food conta 90 collaboratori.

Tra gli aspetti che più ci interessano c'è quello della produzione senza OGM. La nostra impresa si impegna per lasciare alle future generazioni una natura intatta e non manipolata; per questo ci rivolgiamo all'opinione pubblica con la campagna "Taifun contro gli OGM". Nel 2009 otteniamo il riconoscimento di "Marca bio dell'anno" e il premio DLG in oro per quattro nostri prodotti.

Nel 2011 viene ultimato il nostro impianto refrigerante ecologico, unico nel suo genere. Inoltre partecipiamo ad un progetto di ricerca finalizzato allo sviluppo di nuove varietà di soia e destinato a consentire la coltivazione ecologica della soia in tutta la Germania. Taifun ha il compito di valutare le diverse qualità di soia nell'ottica della produzione di tofu. Per la prima volta, il raccolto dei nostri partner convenzionati arriva a coprire il 75% del nostro fabbisogno.

Solidità e flessibilità per affrontare il futuro
Alla guida dell'impresa, al fondatore e primo amministratore delegato di Taifun Wolfgang Heck si affianca Alfons Graf. Al tempo stesso cresce anche il numero di dipendenti, che è ormai di oltre 160 unità, e di apprendisti: nove in quattro diversi settori di attività.



L'inaugurazione del "Taifun-Technikum" crea presupposti ottimali per il lavoro delle nuove divisioni "Ricerca e sviluppo" e "Centro per la coltivazione e lo sviluppo della soia". Con l'acquisto di un terreno confinante Life Food/Taifun si è preparata in modo ottimale ad affrontare gli sviluppi futuri e a consolidare la sua presenza a Friburgo. È con l’introduzione di un sistema di gestione della qualità alla fine del 2014 ha luogo la certificazione in base alla norma ISO 9001.

Il 2014 è anche un anno di grandi cambiamenti per Life Food: il cofondatore di Taifun Wolfgang Heck crea la Heck-Unternehmensstiftung, una fondazione a cui trasferisce tutte le quote di partecipazione dell’impresa. Heck stesso assume il ruolo di direttore della fondazione. Dal 1° ottobre 2015 chiama a succedergli Elisabeth Huber, sua stretta collaboratrice da molti anni, che da allora in poi è alla guida dell’impresa insieme ad Alfons Graf.

Preparare il terreno per la nuova crescita
Alla fine del 2015, un anno e mezzo dopo l’inizio dei lavori, il nostro nuovo, grande padiglione di produzione è praticamente terminato ed è pronto ad accogliere le macchine confezionatrici. Questo ampliamento, che accresce la nostra capacità di produzione di tofu, ha rappresentato il maggiore investimento mai effettuato nella storia dell’azienda. Nel 2016, la produzione di tofu è di 100 tonnellate alla settimana.

Uno dei temi che ci stanno più a cuore rimane la coltivazione di soia biologica. Ormai il 90 % dei fagioli di soia che utilizziamo proviene da aziende agricole europee. Con il progetto di ricerca "1000 Orti - L’esperimento con la soia" ("1000 Gärten - Das Soja-Experiment"), lanciato nel 2016, ci proponiamo di selezionare varietà di soia adatte alle diverse regioni tedesche, affinché questa coltivazione possa diffondersi anche qui in Germania. Già oggi possiamo essere orgogliosi dei risultati del nostro impegno: nel 2017, per la prima volta, la nostra soia è al 100% di origine europea, per l’esattezza tedesca, austriaca e francese! Ogni mese 2 milioni di confezioni delle varie specialità di tofu lasciano il nostro stabilimento e vengono esportate in 16 paesi europei. Contiamo ben 240 collaboratori e guardiamo con fiducia al futuro!

30° anniversario
Nel 2017 ricorre anche il nostro 30° anniversario, che festeggeremo con una serie di importanti novità: oltre al lancio di un'edizione speciale del nostro tofu naturale, modificheremo infatti anche il nome dell'azienda. La Life Food GmbH / Taifun-Tofuprodukte diventa la Taifun-Tofu GmbH, sottolineando così in modo ancora più chiaro la nostra identità e il nostro legame con il tofu. Nel mese di luglio celebreremo tutto questo, con le nostre famiglie e tanti ospiti, nell'ambito di un'allegra "giornata delle porte aperte".

LC/26.07.2017